Proprio di fronte all’ingresso del Centro Visite, fa bella mostra di sè il portale in marmo del palazzotto ottocentesco che fu dimora del leggendario Capitano della Guardia Nazionale Gennaro Jannarelli. Nato a San Severino nel 1836, divenne farmacista ma, fervente patriota risorgimentale, si arruolò nelle Camice Rosse di Garibaldi, partecipando con coraggio e audacia alla marcia che si concluse con la Battaglia del Volturno (2 ottobre 1860) in cui si distinse combattendo valorosamente.

Dopo l’Unità d’Italia, agli inizi del 1861 fu nominato Capitano del gruppo di 147 Guardie Mobili che costituiva il contingente di San Severino della Guardia Nazionale, il corpo istituito per garantire l’ordine pubblico e combattere il brigantaggio.

Al comando dei suoi uomini riuscì a sgominare il brigantaggio nella zona, anche se a prezzo di una spietata repressione; nel 1869 fu così ripristinato l’ordine e la legalità.

Sul portale della casa si distingue, riportato in alto ai due lati, lo stemma di famiglia: due teste di cani da caccia sovrapposte ad una sciabola e un’alabarda incrociate, quasi a ricordare la vita marziale e avventurosa del personaggio.

(vedi pure “Mulino Jannarelli”)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *